199 programmatori su 200 non hanno competenze di programmazione... è davvero importante?

Pubblicato: Ultimo aggiornamento:

Quasi 10 anni fa Jeff Atwood scrisse un articolo Perché i programmatori non possono... programmare? in cui affermava che 199 su 200 candidati per ogni lavoro di programmazione non hanno alcuna competenza di programmazione e non sanno scrivere alcun codice. L'articolo ha creato molto scalpore su Internet. È stata una rivelazione piuttosto scioccante per la comunità dei programmatori. Molti di loro non accettavano che la percentuale di persone che fingono di essere programmatori fosse così alta. Siamo tutti d'accordo che da allora abbiamo assistito a un enorme boom del mercato IT. Il bisogno di programmatori è più alto che mai, quindi è cambiato qualcosa?

Dal 2007, il numero di utenti di Internet è più che raddoppiato e il numero di siti web su Internet è aumentato di 8 volte. Molte aziende si sono rese conto di non essere alla ricerca di programmatori ordinari, ma di specialisti del settore con eccellenti capacità di programmazione, ingegneri in grado di risolvere realmente i problemi e di trovare le soluzioni migliori. Non è più sufficiente saper semplicemente programmare. In uno degli articoli di David Saintloth "Ingegneri contro programmatori,", sottolinea la differenza tra questi due tipi di persone. Il mondo dell'IT è uno dei pochi posti in cui un singolo programmatore esperto può risolvere un problema che un team di dieci o addirittura cento programmatori medi non sarebbe in grado di trovare la soluzione nemmeno in un milione di anni! Se ci pensate, non cerchiamo più qualcuno che conosca un determinato linguaggio di programmazione. Ora cerchiamo candidati che sappiano utilizzare e implementare le loro conoscenze in progetti reali.

Quello che voglio sottolineare è che non importa più quante persone sappiano o non sappiano programmare, l'importante è riuscire a trovare un ago in un pagliaio. In altre parole, una persona in grado di mettere la vostra azienda sulla strada giusta.

Iniziate con un buon processo di intervista che identifichi le competenze di programmazione.

Non sto dicendo che il 99% delle persone che si candidano per una posizione IT non sa scrivere una sola riga di codice. Ciò che è certamente vero è che la maggior parte dei candidati non è adatta a posizioni di livello superiore a quello base. Penso che siamo tutti d'accordo sul fatto che, durante il processo di reclutamento, respingiamo molte persone con curriculum mediocri, ma con impressionanti capacità di programmazione. Non è forse questo il tipo di persone che stiamo cercando?!? Sono come diamanti grezzi, che non sono ancora stati scoperti da nessuna azienda.

Un problema è che per ogni posizione si possono ottenere anche centinaia di curriculum. È impossibile intervistare tutti o anche solo la maggior parte dei candidati che si presentano. È necessario vagliare rapidamente i loro CV per scegliere quelli più promettenti.

Ok, ma chi intervisterà i candidati che hanno superato il processo di selezione? Avete bisogno di qualcuno che sappia di cosa sta parlando, e probabilmente dovete allontanare uno dei vostri programmatori principali dal loro lavoro per intervistare i candidati. La maggior parte dei programmatori che conosco si lamenta di questa parte del lavoro perché li allontana dalle responsabilità per cui sono stati assunti. Quando ciò accade, le risorse umane cercano di ridurre al minimo il numero di colloqui in cui è necessaria la presenza di uno specialista di programmazione. In questo modo, sopravvivono solo i candidati con il curriculum più solido ed è quasi impossibile trovare potenziali astri nascenti che sono sottovalutati sul mercato. Sì, se non avete un budget illimitato per le assunzioni come Google o Facebook, queste sono le persone che state cercando. Ma se non mettete a punto il vostro processo di assunzione, si perderanno tra tutti gli altri candidati.

perdere i candidati che hanno competenze di programmazione

È possibile trovare i diamanti tra centinaia di applicazioni?

Non molto tempo fa, mi sono imbattuto in un Max Howell tweet su come fosse piuttosto frustrato dal processo di reclutamento di Google. Questo tweet è diventato virale.

Max Howell twitta il processo di reclutamento e le competenze di programmazione di Google

Il problema è che non si vogliono assumere programmatori o ingegneri verificando se hanno imparato a memoria come invertire un albero binario o facendo loro altre domande strettamente accademiche. Andiamo... quale programmatore inverte un albero binario su una lavagna come parte del suo lavoro?!? Nelle situazioni lavorative di tutti i giorni, se aveste un problema del genere, probabilmente cerchereste la soluzione su Google o usereste altre risorse. Questo è un tipo di abilità che dovreste ricercare.

Per questo motivo, se volete mettere alla prova i programmatori durante il processo di assunzione, è meglio testarli nel loro ambiente naturale, sottoponendoli a un esame a libro aperto, senza che una folla di spettatori osservi ogni loro mossa. In questo modo vedrete come gestiscono i problemi reali.

Condividi post

Per saperne di più sulle assunzioni nel settore tecnologico

Iscrivetevi al nostro Learning Hub per ricevere utili approfondimenti direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

Verifica e sviluppo delle competenze di codifica senza soluzione di continuità.

Guardate i prodotti DevSkiller in azione.

Certificazioni di sicurezza e conformità. Ci assicuriamo che i vostri dati siano sicuri e protetti.

Logo DevSkiller Logo TalentBoost Logo TalentScore