Cos'è la gestione dei talenti? Una guida completa

Pubblicato: Ultimo aggiornamento:
Gestione dei talenti

Introduzione

La relazione tra gestione dei talenti e successo organizzativo è evidente. Trovare un equilibrio tra la gestione dei dipendenti esistenti e l'attrazione di quelli nuovi è la chiave del successo. In effetti, come McKinsey Secondo l'articolo, "le organizzazioni devono considerare la possibilità di investire nelle competenze della forza lavoro esistente, oltre che di attrarre e trattenere i nuovi talenti giusti".

Nel seguente articolo analizzeremo che cos'è la gestione dei talenti e come si può strategicamente creare un processo di gestione dei talenti efficace.

Cos'è la gestione dei talenti e perché è importante?

La gestione dei talenti è un processo continuo che comprende l'attrazione, il reclutamento, il mantenimento e la valorizzazione dei talenti. Il ruolo di una strategia di gestione dei talenti è quello di creare una forza lavoro di individui che aiutino l'azienda a raggiungere i propri obiettivi organizzativi. È anche un elemento critico di qualsiasi strategia HR.

Come spiegato da CapterraUna gestione efficace dei talenti riguarda fatti critici per le risorse umane quali:

  1. Reclutamento
  2. Inserimento
  3. Gestione delle prestazioni
  4. Pianificazione delle retribuzioni
  5. Pianificazione della successione
  6. Apprendimento e sviluppo (L&D)
  7. Pianificazione della forza lavoro

I vantaggi della gestione dei talenti

Una gestione efficace dei talenti nelle aziende può portare vantaggi significativi.

1. Reclutamento più efficiente

La gestione dei talenti fornisce informazioni sulle competenze disponibili all'interno dell'azienda e su quelle mancanti. È davvero necessario assumere un nuovo dipendente? O sarà sufficiente la formazione di un dipendente attuale per coprire le competenze mancanti?

Una visione a volo d'uccello delle competenze esistenti e delle carenze di competenze nell'intera organizzazione aiuta a determinare la giusta linea d'azione caso per caso.

Fonte: TalentBoost

Il reclutamento di più posizioni contemporaneamente non è solo costoso, ma anche dispendioso in termini di tempo. Una soluzione di gestione dei talenti vi aiuterà a stabilire le priorità delle competenze.

Alcune posizioni possono essere occupate in un secondo momento, senza danneggiare le prestazioni dell'azienda. Quando le competenze dei vostri dipendenti vengono mappate sotto forma di matrice delle competenze, è molto più facile vedere le lacune di competenze e stabilire le priorità di conseguenza.

2. Un buon employer branding

Uno dei criteri principali che le aziende utilizzano per decidere per chi lavorare sono le buone opportunità di crescita professionale. Infatti, secondo Stack Overflow, degli sviluppatori in cerca di lavoro, 35% sono "in cerca di opportunità di crescita o di leadership".

Fonte: Stack Overflow

L'esistenza di un piano di gestione dei talenti rafforzerà il vostro employer branding, che si tradurrà in un maggior numero di candidati di valore. Potete parlare del vostro approccio alla gestione dei talenti nella descrizione delle mansioni, per far capire ai potenziali candidati che prendete sul serio il loro sviluppo. Potete utilizzare i vostri percorsi di carriera fin dalle prime fasi del processo di reclutamento e inserirli nei rispettivi annunci di lavoro, oltre a presentarli durante il colloquio.

Leggi: 5 semplici tecniche per migliorare il time to hire nel settore tecnologico

3. Individuare i dipendenti da promuovere

In ogni organizzazione ci sono gemme nascoste: una parte della gestione efficace delle persone consiste nell'individuare i dipendenti da promuovere. Non solo migliorerete il morale dei vostri dipendenti, ma eviterete anche inutili assunzioni.

La ricerca di talenti all'interno dell'azienda è una tattica di assunzione efficace. Nel settore tecnologico, questo è particolarmente importante perché, per le competenze digitali, il progresso non è lineare. Ciò significa che alcune nuove competenze informatiche sono più facili da acquisire se si possiedono già altre competenze.

4. Riduzione del fatturato

In un articolo sulla motivazione dei dipendenti, Inc.com nota giustamente che:

"Se ai dipendenti vengono dati gli strumenti e le opportunità per ottenere di più, la maggior parte di loro accetterà la sfida".

Riconoscere il potenziale dei vostri dipendenti e sostenerli nel loro percorso di carriera contribuirà a ridurre il turnover. Quando si includono le opportunità di carriera e la formazione come parte integrante della il vostro approccio alla gestione dei talentiIn questo modo si riducono al minimo le possibilità di abbandono dei dipendenti per mancanza di sviluppo delle competenze. Questo ci porta al prossimo vantaggio...

5. Gestione dei talenti come strategia aziendale - riduzione dei gap di competenze

Lacune nelle competenze possono essere osservati in tutti i settori e in aziende di ogni forma e dimensione. Se non vengono affrontati, possono danneggiare enormemente la vostra attività e i livelli di soddisfazione dei dipendenti! Uno dei modi per affrontare questo problema è aiutare i programmatori ad acquisire nuove competenze. Così facendo, prenderete due piccioni con una fava: i vostri dipendenti si sentiranno investiti nella loro carriera, mentre la vostra azienda si assicurerà che non ci siano carenze di competenze che ostacolino lo sviluppo del business.

6. Assegnare le persone ai progetti in modo più efficiente

Infine, ma non meno importante, l'adozione di una strategia di gestione dei talenti vi aiuterà ad assegnare meglio gli sviluppatori ai progetti. Comprendendo le competenze che ogni dipendente possiede - o che desidera acquisire - saprete chi proporre per i prossimi lavori.

Si tratta di un vantaggio particolarmente importante per le aziende di servizi, basate su progetti, come le agenzie di sviluppo software.

Guardate: I 15 migliori metodi di reclutamento per un'assunzione efficace nel settore IT

Processo di gestione dei talenti

I quattro elementi chiave di un processo di gestione dei talenti efficace sono: deve essere continuo e ciclico.

Fonte: Consulenza Hudson e Ricerca

Acquisizione

Il punto di partenza del modello di gestione dei talenti è l'acquisizione. Comprende attività come la ricerca e il reclutamento di talenti, l'employer branding e l'onboarding dei nuovi assunti.

Vale la pena ricordare che secondo Dati AWS87% delle organizzazioni hanno accelerato il ritmo di adozione del digitale durante la pandemia". Allo stesso tempo, Salesforce riferisce che solo 1 professionista su 4 si sente pronto a lavorare in un mondo digital-first.

Data l'entità del divario di competenze digitali a livello globale, è impossibile per le aziende affidarsi solo al reclutamento.

Valutazione

La valutazione comporta la valutazione delle competenze dei dipendenti, l'identificazione delle competenze disponibili e l'individuazione di quelle mancanti. Questo dovrebbe essere un processo continuo per monitorare le esigenze di acquisizione e la pianificazione della successione, nonché l'efficacia della formazione.

Nello scenario ottimale, dovreste integrare le vostre soluzioni di gestione dei talenti e di valutazione tecnica per eliminare qualsiasi lavoro manuale non necessario.

Sviluppo

Questo elemento del modello di gestione dei talenti prevede la creazione di una strategia di retention per ridurre il tasso di abbandono dei dipendenti, la creazione di una cultura organizzativa e l'incentivazione del coinvolgimento dei dipendenti.

Distribuzione

L'ultima fase del processo di gestione dei talenti prevede la pianificazione del percorso di carriera, le opportunità di promozione trasversale, la formazione e lo sviluppo, la valutazione dei dipendenti e la valutazione del personale. gestione delle prestazioni.

Ecco il modello di gestione integrata dei talenti che potete vedere da vicino:

Come iniziare la gestione dei talenti? Elaborare un piano attuabile

Ora che sapete cos'è la gestione dei talenti, è il momento di elaborare un piano attuabile.

Fase 1: Definire gli obiettivi organizzativi

Non potete iniziare a creare il vostro piano di gestione dei talenti senza sapere quali sono i vostri obiettivi organizzativi: sono la base della vostra strategia. Pensate a ciò che volete raggiungere, a dove sta andando la vostra azienda e a quali competenze vi servono per arrivarci.

Fase 2: Creare un inventario delle competenze per identificare le esigenze di assunzione e di formazione.

L'esecuzione di un inventario delle competenze aggiornato automaticamente dovrebbe far parte di ogni strategia di gestione dei talenti. È necessario avere una visione d'insieme delle competenze disponibili in azienda rispetto a quelle mancanti e necessarie attualmente o che saranno richieste in futuro. È possibile eseguire facilmente un inventario delle competenze con TalentBoost- individuare le competenze assenti e dare priorità a quelle di cui si avrà bisogno nel prossimo futuro.

Fase 3: creare una descrizione del lavoro su misura

Dopo aver capito quali sono le competenze da acquisire, potete iniziare a creare descrizioni del lavoro su misura. Una descrizione del lavoro ben progettata giocherà un ruolo enorme nell'attrarre i migliori talenti del settore tecnologico - ricordate di non limitarvi solo a compiti e responsabilità. Assicuratevi che includa il "vantaggio per il candidato" e che mostri la vostra cultura organizzativa.

Fase 4: valutare l'idoneità della persona e dell'organizzazione

Una parte fondamentale del processo è assicurarsi che i dipendenti o i candidati siano una buona scelta per l'organizzazione in termini di modo di risolvere i problemi, competenze, valori ed etica lavorativa. Per garantire ciò, è necessario seguire le seguenti fasi.

Test di codifica dei campioni di lavoro

I test di codifica su campioni di lavoro vi permettono di vedere come ogni persona è in grado di gestire i compiti, fornendo loro il contesto e lo stesso ambiente software che utilizzate nella vostra azienda. Con uno strumento come il nostro TalentScore, potete utilizzare i test sui campioni di lavoro non solo per pre-qualificare automaticamente i potenziali assunti, ma anche per condurre un inventario delle competenze dei vostri dipendenti attuali (di cui abbiamo parlato in precedenza in questo post).

Adattamento alla cultura/colloquio con le risorse umane

Dopo aver prequalificato i candidati con i test sui campioni di lavoro, dovreste anche assicurarvi di condurre un colloquio di adattamento alla cultura. In questo modo, sarete in grado di mantenere un team di persone che la pensano allo stesso modo e di evitare conflitti tra i dipendenti.

Colloquio tecnico e programmazione a coppie

Infine, il team tecnico dovrebbe condurre un colloquio che comprenda anche una sessione di programmazione a coppie. In questo modo, potranno dare un'occhiata all'etica del lavoro dei candidati, alle loro capacità di risolvere i problemi, nonché alle loro capacità di comunicazione e collaborazione.


Fonte: DevSkiller

Fase 5: implementare i percorsi di carriera

Come già detto, una gestione efficace dei talenti comprende la creazione di percorsi di carriera su misura per i vostri dipendenti. Utilizzate un inventario delle competenze e valutazioni regolari dei dipendenti per assicurarvi di sapere dove e come i vostri dipendenti vorrebbero procedere con la loro carriera e come potete aiutarli. Questo avrà un impatto positivo sulla soddisfazione dei dipendenti e ridurrà il loro tasso di abbandono.

Passo 6: allineare l'apprendimento e lo sviluppo agli obiettivi aziendali

Nella prima fase, avete definito gli obiettivi della vostra organizzazione: ora è il momento di assicurarsi che le iniziative di apprendimento e sviluppo siano allineate con essi! Se, ad esempio, il vostro obiettivo è diventare un team di Machine Learning di livello mondiale, dovreste considerare la formazione e i progetti che possono aiutare il vostro team a raggiungere questo obiettivo.

Questo approccio vi aiuterà a progettare opportunità significative, a massimizzare il budget e a mantenere i dipendenti impegnati allo stesso tempo.

Fonte: Unsplash

Fase 7: Pianificazione della retention e della successione

La conservazione e la pianificazione della successione sono elementi importanti di una mentalità di gestione dei talenti. Identificate i dipendenti che potrebbero lasciare la vostra organizzazione e verificate se all'interno dell'organizzazione c'è qualcuno adatto a sostituirli o se dovrete cercare talenti all'esterno. In alternativa, è possibile reinserirli con una promozione laterale e offrire loro un nuovo ruolo che potrebbero essere interessati a perseguire.

Sintesi

La gestione dei talenti è una strategia aziendale cruciale, un must piuttosto che un'opzione. Data la carenza di talenti a livello globale, senza la gestione dei talenti le vostre prestazioni saranno ostacolate. Pensate all'elevato turnover dei dipendenti, al loro morale basso e all'incapacità di trovare i migliori talenti tecnologici.

Foto di: Matteo Enrico

Condividi post

Per saperne di più sulle assunzioni nel settore tecnologico

Iscrivetevi al nostro Learning Hub per ricevere utili approfondimenti direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

Verifica e sviluppo delle competenze di codifica senza soluzione di continuità.

Guardate i prodotti DevSkiller in azione.

Certificazioni di sicurezza e conformità. Ci assicuriamo che i vostri dati siano sicuri e protetti.

Logo DevSkiller Logo TalentBoost Logo TalentScore