Le principali statistiche sulle assunzioni e sulle risorse umane nel settore tecnologico per il 2021

Pubblicato: Ultimo aggiornamento:
Statistiche HR immagine in evidenza

Le circostanze incerte emerse nel 2020 hanno avuto grandi ripercussioni sui mercati del lavoro di tutto il mondo. Non più drammatico che nel settore tecnologico. Per molti reclutatori è ragionevole chiedersi: che fine faranno tutti i talenti che vengono licenziati?

Come facciamo ogni annoAbbiamo analizzato al microscopio gli eventi dell'anno passato per rivelare le tendenze di assunzione del 2020 nel nostro riepilogo annuale delle statistiche HR per il 2021. Per aiutarvi a passare al setaccio i numeri, abbiamo messo insieme un elenco di oltre 60 importanti statistiche sulle assunzioni e sul lavoro per il 2020. I numeri sono stati elaborati da società come iCIMS, LinkedIn, Glassdoor, Jobvite, Stack Overflow, Robert Half, Manpower Group, Monster e il Bureau of Labor Statistics.

La recessione causata dalla pandemia ha portato le aziende ad agire in modo più conservativo con i loro bilanci. Molte sono state costrette a ridurre il numero dei dipendenti o a interrompere completamente la ricerca di nuove assunzioni, e una ricerca condotta da CV-Library ha rilevato che il 64,7% dei professionisti IT sono preoccupati di perdere il lavoro durante la pandemia di coronavirus.

Nel 2020, il tema comune è stato quello di una calo delle ricerche di lavoro e tanti tagli agli stipendi, ma anche qualche lato positivo in questi tempi turbolenti. Le posizioni di vendita e marketing hanno dovuto resistere, soprattutto nelle startup rivolte ai consumatori.

Ma gli individui hanno anche reagito a questa incertezza in modo positivo: TechUK ha rilevato che 58% di persone vogliono lavorare per sviluppare le proprie competenze digitalie alcuni ritengono che l'industria debba essere rapida nel capitalizzare questo fenomeno.

Con il panorama tecnologico in continua evoluzione, nessuno più di oggi, considerare queste ultime tendenze può aiutare a migliorare la vostra strategia di assunzione e ad attrarre i candidati giusti.

Fonte: Unsplash

Ricerca di lavoro Statistiche sulle risorse umane

  1. Gli ultimi dati del Ufficio delle statistiche del lavoro ha rilevato che le persone senza lavoro nel 2020 hanno la massima probabilità di trovare un impiego in circa un mese o dopo più di sei mesi. Nel dicembre 2020, 27% di persone in cerca di lavoro erano disoccupate da meno di cinque settimane, mentre quasi 37% di persone erano disoccupate da 27 settimane o più.
  2. Nell'ottobre 2020 sono state registrate 18% in meno di domande di lavoro da parte di persone di età compresa tra i 35 e i 44 anni rispetto all'ottobre 2019. Ci sono state 17% in meno di domande da parte del gruppo di età 25-34 anni. Ciò indica che i professionisti stanno evitando di rischiare di cambiare lavoro nell'attuale contesto. (iCIMS)
  3. La ricerca del Federal Reserve Bank di Boston ha rilevato che dopo che i lavoratori statunitensi sono rimasti senza lavoro per più di sei mesi, diventa più difficile per loro uscire dalla disoccupazione.
  4. Secondo l'ultimo Sondaggio sugli sviluppatori di Stack Overflow 2020che ha intervistato 65.000 sviluppatori in tutto il mondo, solo il 3,7% degli sviluppatori è attualmente disoccupato e in cerca di lavoro.
  5. In media, 10% delle domande di lavoro si traducono in inviti a un colloquio. A 20% di coloro che ottengono un colloquio viene offerto il lavoro. A seconda dello studio, il tasso di successo delle domande di lavoro è compreso tra 2% e 3,4%. Ciò significa che, in media, è necessario inviare da 30 a 50 curriculum per essere assunti. (Zety)
Statistiche HR

Fonte: BLS

Carenza di talenti Statistiche sulle risorse umane

  1. A ottobre 2020, il tasso di disoccupazione nazionale per il 2020 è di 6,9%. L'anno è iniziato con un tasso di disoccupazione di 3,6% a gennaio. Dopo marzo, il tasso è aumentato fino a raggiungere un picco di 14,7% in aprile. Da allora ha iniziato a diminuire (a un ritmo più lento) e ha raggiunto i 6,9% in ottobre. Si tratta di un tasso di disoccupazione quasi doppio rispetto a quello dell'ottobre 2019 (3,6%). (Ufficio delle statistiche del lavoro)
  2. Ci sono 2,5 persone per ogni posto di lavoro aperto (a settembre 2020). Questo numero è inferiore rispetto al rapporto di 4,6 di aprile, ma molto lontano da quello pre-pandemia. Da marzo 2018, il numero di offerte di lavoro ha superato il livello di disoccupazione. (Ufficio delle statistiche del lavoro)
  3. 54% dei reclutatori offrono formazione e sviluppo aggiuntivi per superare la carenza di talenti. Se non riescono a trovare candidati con le competenze necessarie, li formano per il lavoro. (Gruppo Manpower)
  4. Un terzo dei candidati si aspetta che i datori di lavoro si facciano avanti e formino i lavoratori, mentre solo il 19% dei datori di lavoro ha affermato che dovrebbero essere loro i responsabili. (Mostro)
  5. A livello globale, 54% delle aziende dichiarano di avere una carenza di talenti. La carenza di talenti è in aumento in tutto il mondo, con i maggiori incrementi su base annua negli Stati Uniti, in Svezia, Finlandia, Ungheria e Slovenia. Solo 18% di Paesi non segnalano carenze di talenti. (Manodopera)
Statistiche HR: carenza di talenti

Fonte: Gruppo Manpower

Statistiche del curriculum

  1. 77% dei datori di lavoro affermano che i lavoratori esperti NON dovrebbero utilizzare un curriculum di una sola pagina. (Zety)
  2. I dati mostrano che i selezionatori hanno una probabilità 2,9 volte maggiore di scegliere un candidato con un curriculum di due pagine per i ruoli manageriali e 1,4 volte maggiore per le posizioni entry-level. (Zety)
  3. La strategia di ricerca di lavoro più efficace è quella di personalizzare ogni curriculum in base ai requisiti dell'annuncio di lavoro (63% dei selezionatori vogliono ricevere curriculum su misura per la posizione aperta). (Zety)
  4. Solo il 3% dei curriculum dei candidati ottiene un punteggio superiore a quello minimo richiesto dall'ATS (Applicant tracking system, uno strumento che analizza i curriculum in base a specifiche parole chiave per determinare se valgono la pena di essere trasmessi a un selezionatore) interno di molte aziende. Circa 7% di curriculum ottengono un punteggio compreso tra 60% e 85%, mentre 50% ottengono un punteggio compreso tra 30% e 59%. (Curriculum vitae)
  5. I candidati con un profilo LinkedIn esteso hanno avuto 71% più probabilità di essere richiamati per un colloquio di lavoro rispetto ai candidati senza profilo LinkedIn. (Statista)
Il curriculum perfetto

Fonte: Zety

Statistiche sui colloqui di lavoro

  1. A causa della pandemia, 84% dei reclutatori hanno fatto ricorso a colloqui telefonici e 85% a colloqui video. (Rapporto sullo stato del reclutamento di Leva)
  2. Mentre la percentuale di candidati rispetto ai colloqui varia appena a seconda delle dimensioni dell'organizzazione, il rapporto tra colloqui e offerte di lavoro è più alto nelle aziende con oltre 5.000 dipendenti. 41% dei candidati intervistati dalle organizzazioni più grandi ricevono un'offerta di lavoro (20% nelle aziende con meno di 500 dipendenti). (Jobvite)
  3. Con il passaggio al lavoro a distanza e il declino delle attività di persona, il reclutamento virtuale è diventato essenziale durante la pandemia. 70% dei selezionatori statunitensi hanno utilizzato la tecnologia virtuale per almeno la metà dei colloqui con i candidati e dell'onboarding dei nuovi assunti, mentre altri 35% hanno dichiarato che almeno il 75% delle loro pratiche di reclutamento erano virtuali. (Monster)
  4. Le tre sfide di reclutamento previste per il 2021: (Mostro)
    1. Valutare i candidati durante il colloquio (41%)
    2. Individuare rapidamente candidati di qualità (40%)
    3. Esaminare efficacemente i candidati prima del colloquio (36%)
Cambiamenti nelle tattiche di assunzione utilizzate durante la pandemia

Fonte: Leva

Statistiche di approvvigionamento

  1. Quasi 50% di tutte le candidature provengono da job board, seguite da siti di carriera interni (35%). Ma a meno di 1% dei candidati che si candidano attraverso job board e siti di carriera viene offerta la posizione. (Jobvite)
  2. Il modo più efficace per candidarsi alle offerte di lavoro? Direttamente al responsabile delle assunzioni! Di tutti i candidati che si candidano in questo modo, 19% ottengono il lavoro. (Jobvite)
  3. A seconda della fonte, tra 70% (Forbes) e 85% (LinkedIn) di posti di lavoro non sono affatto pubblicati online: queste posizioni sono occupate attraverso il networking e le segnalazioni interne.
  4. Allo stesso tempo, più della metà delle persone in cerca di lavoro dichiara che la fonte preferita per trovare lavoro è online. Il secondo metodo più popolare è l'averne sentito parlare da un amico, preferito dal 45% dei candidati. (Glassdoor)
  5. 94% dei selezionatori utilizzano già o prevedono di utilizzare qualche forma di social recruiting. 70% affermano che aumenteranno i loro investimenti nel social recruiting. (ConfrontaCampo)
  6. 81% dei professionisti del talento concordano sul fatto che il reclutamento virtuale continuerà dopo Covid. (LinkedIn)
Statistiche HR - Sourcing

Fonte: LinkedIn

Statistiche sulla diversità

  1. Solo il 9,5% delle persone negli Stati Uniti considera la diversità dell'azienda o dell'organizzazione come un importante fattore di lavoro. 18,6% per le donne e 5,5% per gli uomini (Stack Overflow)
  2. 77% dei professionisti del talento affermano che la diversità sarà molto importante per il futuro del recruiting. 47% dei professionisti del talento affermano che i responsabili delle assunzioni non sono ritenuti responsabili di intervistare una rosa di candidati diversificata. (LinkedIn)
  3. I lavori a distanza comportano una maggiore diversità geografica tra i candidati. (LinkedIn)
  4. La diversità e l'inclusione sono state considerate la seconda competenza in più rapida crescita nel 2020, con il consenso di 42% dei reclutatori. (LinkedIn)
  5. Le aziende che si collocano nella fascia più alta per quanto riguarda i team dirigenziali diversificati dal punto di vista razziale e culturale hanno avuto 33% più probabilità di registrare una redditività superiore alla media rispetto alle aziende della fascia più bassa. (McKinsey)
  6. Sebbene la maggior parte dei datori di lavoro statunitensi (56%) dichiari di stare aggiornando le proprie strategie di reclutamento per attrarre talenti più diversificati, 30% dei datori di lavoro hanno rivelato di non avere una strategia DEI in atto. (Mostro)
Statistiche HR - diversità

Fonte: McKinsey

Statistiche sull'esperienza dei candidati

  1. 63% dei professionisti si rendono conto che il loro lavoro è fattibile da casa. (Robert Half)
  2. 97% dei lavoratori affermano che il loro manager è stato una fonte di sostegno durante questo periodo difficile. (Robert Half)
  3. 46% dei lavoratori vogliono che il loro datore di lavoro cambi la disposizione degli uffici nel tentativo di mantenere la distanza sociale. (Robert Half)
  4. Alcune parti della candidatura sono più importanti di altre. Gli aspetti che le persone in cerca di lavoro ritengono più importanti per un'esperienza positiva includono una comunicazione chiara e regolare (58%), aspettative chiare (53%) e feedback sul rifiuto (51%). (Glassdoor)
  5. In media, i candidati che utilizzano i dispositivi mobili compilano 53% in meno di domande rispetto a quelli che utilizzano il desktop, il che potrebbe indicare che molti annunci di lavoro non sono, di fatto, adatti ai dispositivi mobili (Glassdoor)
  6. 96% dei datori di lavoro professionali affermano che l'esperienza dei candidati sta diventando sempre più importante. Tuttavia, solo 52% delle aziende affermano di offrire un'esperienza positiva ai dipendenti. (LinkedIn)
Statistiche sull'esperienza dei candidati

Fonte: Robert Half

Statistiche sul branding dei datori di lavoro

  1. 63% dei professionisti del talento prevedono che il loro budget per l'employer branding aumenterà o rimarrà invariato. (LinkedIn)
  2. 75% delle persone in cerca di lavoro sono propense a candidarsi a un lavoro se il datore di lavoro gestisce attivamente il proprio employer brand (ad esempio, risponde alle recensioni, aggiorna il proprio profilo, condivide aggiornamenti sulla cultura e sull'ambiente di lavoro). (Glassdoor)
  3. 44% degli sviluppatori hanno dichiarato che la cultura aziendale è una considerazione fondamentale per loro quando scelgono di candidarsi in un'azienda (Stack Overflow)
  4. Il vostro employer brand si baserà sull'empatia e sulle azioni. L'aumento dell'engagement è aumentato di 84% sui post aziendali quando l'argomento era la diversità. (LinkedIn)
  5. Quasi 50% dei reclutatori affermano che i social media saranno il loro #1 investimento quando si tratta di costruire un employer brand e di trovare candidati. (Jobvite)
Statistiche HR - Branding dei dipendenti

Fonte: LinkedIn

Statistiche salariali

  1. In generale, i manager dell'ingegneria ($92.000), gli SRE ($80.000), gli specialisti DevOps ($68.000) e gli ingegneri dei dati ($65.000) tendono a ricevere gli stipendi più alti. Se ci si concentra sugli Stati Uniti, si notano alcune differenze nella parte inferiore dello spettro salariale. Negli Stati Uniti, gli sviluppatori di dispositivi mobili e gli educatori tendono ad avere uno stipendio più alto rispetto ad altre professioni, se confrontati con la popolazione globale di sviluppatori. (Stack Overflow)
  2. I reclutatori stimano che pagheranno i dipendenti entry-level in media $56.532 nel 2020 e 2021, con un salto di oltre $10.000 rispetto al 2018. (iCIMS)
  3. Un aumento della retribuzione non incrementerà il numero di candidature quanto una cultura aziendale positiva. Avere una valutazione complessiva superiore di 1 stella su Glassdoor - un punteggio che include punti per la cultura aziendale positiva - attira i talenti a un tasso circa sei volte superiore rispetto al pagamento di uno stipendio superiore di $10.000 all'anno. (Glassdoor)

Statistiche sulle competenze principali

  1. Il 73% delle aziende afferma che l'analisi delle persone sarà una delle principali priorità dei prossimi cinque anni. Il 55% delle aziende afferma di aver ancora bisogno di aiuto per l'analisi di base delle persone. (LinkedIn)
  2. 242% aumento dei professionisti delle risorse umane e delle assunzioni con competenze di analisi dei dati elencati su LinkedIn negli ultimi cinque anni. (LinkedIn)
  3. La competenza in più rapida crescita per i reclutatori è lo sviluppo personale (44%), ovvero la capacità di aggiungere nuove competenze. (LinkedIn)
  4. I professionisti della sicurezza (cloud, dati, informazioni, rete e sistemi), gli architetti di rete e gli amministratori di database sono i ruoli con i tassi di disoccupazione più bassi, evidenziando la loro posizione come i più richiesti nel 3° trimestre del 2020. (Robert Half)
  5. 55% dei datori di lavoro ritiene che il divario di competenze esistente nelle organizzazioni sia un ostacolo all'innovazione. (PwC)
Statistiche sulle competenze principali

Fonte: LinkedIn

Statistiche sulle risorse umane degli sviluppatori

  1. Nel 2020, il settore dei servizi cloud ha generato quasi $40 miliardi di fatturato, portando il suo valore di mercato a un totale di $266,4 miliardi dai $227,8 miliardi del 2019, con una crescita di 17% in un solo anno. (Noleggio sociale)
  2. Nel luglio 2020 si è registrato un calo del 43,9% rispetto all'anno precedente per quanto riguarda i ruoli tecnologici pubblicizzati, ma ci sono alcuni ruoli che le aziende stanno ancora cercando, come il cloud, la scienza dei dati e l'intelligenza artificiale (AI), ma che faticano a coprire a causa di carenze di talenti preesistenti. (CV-Biblioteca)
  3. Lo stipendio mediano per uno sviluppatore di software è attualmente di $103.620, mentre il tasso di disoccupazione è solo dell'1,4%. Il basso tasso di disoccupazione (1,6%) e la crescita prevista (26% entro il 2028) significa che le aziende assumeranno per gli anni a venire. (Notizie dagli Stati Uniti)
  4. Nel 2021, TensorFlow (70%) e PyTorch (65%) saranno le librerie "go-to" per le aziende e le comunità, grazie al loro grande aumento di popolarità. Nel complesso, .NET Core (71%) è il framework web più amato dagli sviluppatori. (Stack Overflow)
  5. Nell'aprile 2020 si è registrata una media di 22,57 candidature per ogni ruolo tecnologico pubblicizzato, in aumento rispetto alle 9,62 dell'aprile 2019, il che significa che questi ruoli saranno probabilmente assegnati a candidati più qualificati piuttosto che a nuovi ingressi nel mercato. (Settimanale di informatica)
Statistiche sulle assunzioni di sviluppatori

Fonte: Stack Overflow

Statistiche sulla soddisfazione dei dipendenti

  1. Nel complesso, gli sviluppatori tendono a essere soddisfatti del proprio lavoro, con quasi 65% che dichiarano di essere leggermente o molto soddisfatti del proprio lavoro. Dall'altra parte dello spettro, circa 25% sono leggermente o molto insoddisfatti. (Stack Overflow)
  2. Il 79% dei dipendenti a cui viene offerta una formazione gratuita apprezza il proprio lavoro, contro il 61% dei dipendenti a cui non viene offerta alcuna formazione. (ManpowerGroup)
  3. 49% dei lavoratori a livello globale hanno fatto valutare le proprie competenze da un ATS. 81% di coloro che sono stati valutati riferiscono una maggiore soddisfazione lavorativa rispetto a 65% di coloro che non lo hanno fatto. (ManpowerGroup)
  4. I dipendenti il cui manager ascolta i loro problemi lavorativi hanno meno probabilità di andare in burnout. (Fast Company)
  5. Mentre i lavoratori americani in generale sono ampiamente soddisfatti del loro attuale lavoro (63% in aprile, 66% in febbraio), circa la metà è aperta ad altre opportunità di lavoro (48% in aprile, 51% in febbraio). (Jobvite)
Statistiche sulla soddisfazione dei dipendenti

Fonte: Stack Overflow

Statistiche d'impatto di Covid-19

  1. 77% di dipendenti lavorano da casa da quando è scoppiata la pandemia. (Robert Half)
  2. Il 64,7% dei professionisti IT è preoccupato di perdere il lavoro durante la pandemia di coronavirus. (Biblioteca CV)
  3. 37% di persone in cerca di lavoro hanno dichiarato di essere state invitate a un colloquio che poi non si è potuto svolgere e 15% di aver ricevuto un'offerta di lavoro che è stata sospesa o ritirata a causa della pandemia. (Lavori CW)
  4. Alla luce della pandemia, si prevede che il mercato globale dell'infrastruttura IT del cloud pubblico raggiungerà l'incredibile cifra di 120 miliardi di dollari con una crescita del 35% nel 2021. (Forrester)
  5. Quasi 60% delle persone hanno dichiarato che si sentirebbero sicure di partecipare a un video colloquio di lavoro e che pensano che l'esito sarebbe lo stesso di un colloquio faccia a faccia. (Lavori CW)
  6. 74% di professionisti vorrebbero lavorare a distanza più spesso rispetto a prima dell'epidemia. Un numero maggiore di genitori (79%) ha espresso questa preferenza. (Robert Half)
  7. Circa 81% delle startup tecnologiche hanno interrotto o rallentato le assunzioni. (Settimanale di informatica)
  8. Il 79% dei dipendenti ritiene che il proprio datore di lavoro debba adottare migliori strategie di pulizia. (Robert Half)
  9. Un terzo (33%) degli intervistati riferisce un livello di stress al lavoro leggermente aumentato, mentre quasi un quarto (22%) riferisce un aumento drastico dello stress. Tra i lavoratori con figli a casa, 62% riferiscono un aumento dello stress negli ultimi 60 giorni. (Jobvite)
Statistiche COVID-19

Fonte: Jobvite

Statistiche sulle risorse umane del 2021

La comunità delle risorse umane ha subito enormi cambiamenti negli ultimi decenni e il 2020 non è stato da meno. La pandemia ha avuto un impatto sulle nostre vite in una miriade di modi e i nostri luoghi di lavoro non sono stati risparmiati.

Sia le aziende che le risorse umane hanno dovuto trovare il modo di attraversare questa crisi, che ha indubbiamente cambiato il nostro modo di lavorare, comunicare e imparare.

L'attenzione al benessere mentale durante la crisi e le sue conseguenze sarà chiaramente una grande considerazione per i datori di lavoro in futuro. Così come l'adozione di nuove tecnologie, quando il reclutamento si sposta su un percorso più remoto. Ma la pandemia ha anche avuto un risvolto positivo: i reclutatori sono ora più consapevoli dei vantaggi che un ambiente di lavoro diversificato può apportare alla loro organizzazione.

Vale la pena tenere a mente queste statistiche sulle risorse umane per far sì che la vostra azienda sia in prima linea nel guidare queste trasformazioni durante un panorama incerto nel 2021 e oltre.

Credito d'immagine: Pexels

Condividi post

Per saperne di più sulle assunzioni nel settore tecnologico

Iscrivetevi al nostro Learning Hub per ricevere utili approfondimenti direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

Verifica e sviluppo delle competenze di codifica senza soluzione di continuità.

Guardate i prodotti DevSkiller in azione.

Certificazioni di sicurezza e conformità. Ci assicuriamo che i vostri dati siano sicuri e protetti.

Logo DevSkiller Logo TalentBoost Logo TalentScore